IL MONFERRATO DI MONDO: UN MONDO DI ECCELLENZE Il Monferrato e la piana del Po
IN EVIDENZA

Casale Città Aperta: iniziativa in crescita costante

Mentre gli sforzi e le attenzioni della città sono protesi allo sprint per il prestigioso titolo di Capitale Italiana della Cultura 2020, che vede Casale Monferrato tra le dieci finaliste (la proclamazione avrà luogo il 16 febbraio), arrivano riscontri positivi per quanto riguarda gli indicatori turistico-culturali.

Recentemente sono stati elaborati i dati delle affluenze registrate durante il 2017 dall’iniziativa Casale Città Aperta, organizzata dall’Assessorato alla Cultura – Museo Civico e in programma la seconda domenica di ogni mese e il sabato precedente: una delle più longeve iniziative di valorizzazione e promozione del patrimonio artistico e architettonico grazie alla quale, in collaborazione con l’Associazione Orizzonte Casale, vengono aperti e resi visitabili i monumenti e i siti di interesse culturale cittadini.

Nel corso dell’anno appena concluso sono state 11500 le presenze registrate dai volontari dell’associazione negli otto monumenti a ingresso libero facenti parte del circuito. A questo numero, già ragguardevole, si aggiungono le 400 persone che hanno partecipato alle visite guidate domenicali con l’accompagnamento dei volontari, per un totale di 11900 visitatori.

Si è riscontrata quindi una crescita costante rispetto agli anni precedenti: 9529 visitatori nel 2014, 10364 nel 2015 e 11134 nel 2016. I monumenti più visitati sono quelli collocati nelle immediate vicinanze del Mercatino dell’Antiquariato: oltre al Castello, la chiesa di Santa Caterina, la Torre Civica e la Cattedrale di Sant’Evasio.

Buon riscontro anche per l’iniziativa dell’Associazione Orizzonte Casale che si è fatta carico dall’inizio dell’anno dell’accoglienza dei visitatori al  Castello permettendo la visita al cortile e ai bastioni. Si tratta di un segno importante della vitalità associativa della comunità che mantiene viva e valorizza la storia monferrina.

Anche il Museo Civico risente positivamente dell’inclusione nella manifestazione, anche grazie alla possibilità di accedervi gratuitamente il secondo fine settimana del mese: durante l’anno 2017 le sale espositive di Pinacoteca e Gipsoteca hanno fatto registrare complessivamente 5400 visitatori.