IL MONFERRATO DI MONDO: UN MONDO DI ECCELLENZE Il Monferrato e la piana del Po
IN EVIDENZA

Giulio Ieni (1943-2003). Il senso dell’architettura e la maestria della parola giovedì in Biblioteca

Giovedì 30 novembre alle ore 17,30 nei locali della Biblioteca Civica Canna (via Corte d’Appello) sarà presentato il libro Giulio Ieni (1943-2003). Il senso dell’architettura e la maestria della parola, edito dalle Edizioni dell’Orso di Alessandria. La presentazione è organizzata dall’Assessorato alla Cultura della Città di Casale Monferrato, dalla Biblioteca Civica “Giovanni Canna”, dal Museo civico – Gipsoteca Bistolfi e dall’Associazione Casalese Arte e Storia. L’ingresso è libero. Il volume intende offrire uno spaccato della produzione scientifica di Giulio Ieni, docente per lunghi anni di discipline storiche dell’ Architettura presso il Politecnico di Torino. Fine conoscitore del mondo bizantino e balcanico, egli si dedicò lungamente allo studio dell’architettura medievale e moderna del Piemonte come più in generale del Nord Italia e i suoi contributi rimangono ancora oggi punto di riferimento per i ricercatori. La città di Casale Monferrato è stata al centro della sua attenzione in quanto piccola capitale, sede tra ‘400 e ‘500 di una corte prestigiosa e poi successivamente interessante centro settecentesco con un’ originale e vivace cultura aperta a svariati ambienti artistici. Tra i suoi temi di studio si annoverano il castello, edito nel 1995, la cappella di Sant’Evasio, cui aveva dedicato tempo e risorse, ma che purtroppo non ha visto la luce. Il suo interesse per il Settecento casalese è stato determinante per la valorizzazione del teatro e la riscoperta di alcune figure cardine come Giovan Battista Scapitta e Giacomo Zanetti, protagonista della trasformazione dei palazzi nella prima metà del secolo, tema dei suoi studi editi nel catalogo della mostra “Da Musso a Guala”, curato da Giovanni Romano e Carla Enrica Spantigati, iniziativa realizzata in collaborazione con il Museo Civico, con il quale altre volte il professore aveva collaborato fornendo svariati contributi. Il suo grande argomento di ricerca sulla Casale del XVIII secolo è stata la figura Francesco Ottavio Magnocavalli con due saggi fondamentali editi sulla rivista “Monferrato Arte e Storia”- del cui comitato scientifico fa parte sin dalla fondazione dell’ Associazione casalese omonima - e un convegno che colloca il nobile casalese nel contesto pienamente europeo del “Secolo dei Lumi”. I testi del volume tracciano il profilo di un ricercatore di eccezionale competenza e di riconosciuta autorevolezza, anche sul piano internazionale. Il libro sarà presentato da Laura Palmucci, già docente di Storia dell’ Architettura del Politecnico di Torino e da Carla Enrica Spantigati, fino al 2010 Soprintendente per il patrimonio storico artistico e demoetnoantropologico del Piemonte. Partecipano al dibattito Daria carmi, Assessore alla Cultura della Città di Casale Monferrato, Luigi Mantovani, della Biblioteca Civica – Archivio Storico e Antonella Perin della Società Casale se Arte e Storia.