IL MONFERRATO DI MONDO: UN MONDO DI ECCELLENZE Il Monferrato e la piana del Po
Itinerari   ** Sezione in aggiornamento **

Rosignano Monferrato

La Panchina Gigante n. 41 (nella foto di copertina, Ph. credit Alexala) si trova non lontano dalla Chiesetta di Madonna delle Grazie, poco fuori dal centro storico. Parcheggiata l'auto, la si può raggiungere dopo una brevissima passeggiata tra le vigne. In posizione panoramica da cui si possono ammirare le colline monferrine ed i borghi di Rosignano e Cella Monte.

Una visita a Rosignano Monferrato
Il territorio comunale è vasto, distribuito tra il Capoluogo (arroccato sulla collina) e le numerose frazioni, da scoprire grazie alle installazioni dell’itinerario sui luoghi di Angelo Morbelli – Percorso Morbelliano (omaggio al celebre pittore divisionista), con partenza ideale dal Castello di Uviglie o da Villa Maria (residenza estiva dell’artista), o del Museo Contadino Diffuso – La Civiltà del Vino. Sono visitabili tre Infernot pubblici (due all'interno del Palazzo Municipale, un terzo, l'Infernot della Battaglia, è stato inaugurato di recente e si trova sempre nel centro storico); gli Infernot sono camere sotterranee scavate nella Pietra da Cantoni, arenaria tipica del Monferrato Casalese; il "Monferrato degli Infernot" è oggi Patrimonio Unesco come componente del sito dei "Paesaggi Vitivinicoli del Piemonte: Langhe-Roero e Monferrato".

Rosignano Monferrato big bench

 

Sala Monferrato

Lasciandosi il paese alle spalle in direzione di Ottiglio, seguendo la strada provinciale 37 si arrica alla Big Bench n. 48, nei pressi della chiesa di San Grato, da cui si gode di una bella vista sul borgo e sulle colline circostanti.

Una visita a Sala Monferrato
Nel borgo si trovano chiese  di interesse storico-artistico, come la Chiesa Parrocchiale di San Giacomo (dove sono conservate tre opere di Guglielmo Caccia detto “Il Moncalvo”) e la Chiesa di San Francesco che sorge nel punto più alto del paese (offrendo ai visitatori una bella vista) e venne utilizzata come estremo rifugio della popolazione durante le guerre. Inoltre, passeggiando nel borgo si può notare anche ciò che rimane di quello che un tempo fu l’antico castello dei signori della zona.

foto Big Bench Sala Monferrato

 

San Salvatore Monferrato

La Panchina Gigante n. 92 è situata in frazione Villa Olimpia, nel Rione Prelio, da cui deriva il colore scelto; fucsia. Anche in questo caso la vista panoramica su un'ampia porzione di territorio è assicurata.

Una visita a San Salvatore Monferrato
Situata tra le colline monferrine, l
a città fortificata dalla storia millenaria è sorta in posizione strategica ai confini con il ducato di Milano. La Torre , simbolo del borgo, risale agli inizi del Quattrocento come osservatorio e punto di segnalazione (fu utilizzata anche da Vittorio Emanuele II). La Chiesa Parrocchiale di San Martino presenta una imponente facciata neo-rinascimentale. Il Santuario della Madonna del Pozzo, invece, è nato in seguito al miracolo della Vergine che salvò un soldato spagnolo gettato in un pozzo.

Panchina San Salvatore Monferrato