IL MONFERRATO DI MONDO: UN MONDO DI ECCELLENZE Il Monferrato e la piana del Po
IN EVIDENZA
terruggia 

Economia & Teatro

Venerdì 16 settembre 2016 ore 21.00, al Teatro delle Muse di Terruggia -Ingresso Libero- approda il terzo appuntamento di Economia & Teatro, l’evento culturale avviato a Terruggia a maggio di quest’anno. L’argomento della serata, “Globalizzazione, la ricerca di un nuovo welfare state per il benessere collettivo”, fenomeno che appare principalmente come un fatto economico-sociale inevitabile e inarrestabile, la cui cifra non è soltanto di tipo economico, ma investe progressivamente tutte le relazioni umane, coinvolgendo ogni angolo del pianeta. La globalizzazione ha comportato un rimescolamento della capacità produttiva dei singoli paesi, con ricadute sugli assetti organizzativi e sociali degli stessi. Sulla scena mondiale si sono affacciati altri paesi che hanno offerto opportunità di produzione più vantaggiose e, come tale, hanno attirato ingenti investimenti. Tutto questo impone un ripensamento del Welfare State, che non può essere più concepito come garanzia assoluta a tutti i cittadini sul fronte della sanità, istruzione, sicurezza. La realtà di questi anni ha dimostrato che il fenomeno della globalizzazione pone cambiamenti radicali che incidono sulla sostenibilità della spesa sociale e sulla sua efficacia, rendendo necessario un nuovo paradigma che concili l’efficienza economica con la sostenibilità sociale. Il Dott. Sante Palmieri nella sua relazione tratterà i fondamentali del nuovo welfare state, basato sul principio di sussidiarietà, mentre il Dott. Pietro Buzzi sarà testimone di un esempio di azienda globale, descrivendo quali sono le sfide e le opportunità offerte dalla globalizzazione.

Seguirà la pièce teatrale: “Gli scherzi del Marchese”, commedia ironica sul potere costituito. Gli attori, (allievi di Teatrò Movie) guidati dalla regia di Calogero Marchese, proveranno a rappresentare le innumerevoli occasioni in cui le regole che governano il mondo non sempre sono davvero eque. A volte è necessario riderci sopra per sdrammatizzare, altre volte per denunciare o addirittura per dire al mondo intero: “Così non va!”, come fece Charlie Chaplin. Per restare nel nostro bel paese, Calogero Marchese ha risvegliato il Marchese del Grillo, che attraverso la sua voglia di scherzare, un po’ per noia, un po’ per rovesciare e denunciare il potere, che anche lui rappresentava, ironizza sulla realtà quotidiana. La Pièce teatrale vuole evidenziare, attraverso un’attrice della compagnia dei francesi di cui il Marchese del Grillo s’invaghisce, la nostra forza e debolezza al tempo stesso, l’attaccamento alla nostra storia, data da monumenti mal conservati o vecchie tradizioni popolari che servivano a far percorrere la retta via ai più giovani. Il momento clou dello spettacolo arriva quando un carbonaro ubriacone, è portato nella villa del Marchese e trattato come nobile, facendogli credere di essere il Marchese del Grillo allegro. Disguidi, parolacce, in vero stile del ‘700, mogli che bastonano mariti … tutto per far capire che, come diceva il Marchese “nella vita se non ridi un po’… ma che campi a fa !”.

La serata, con INGRESSO LIBERO, terminerà con il buffet offerto dalla “Pro Loco” di Terruggia.