IL MONFERRATO DI MONDO: UN MONDO DI ECCELLENZE Il Monferrato e la piana del Po
IN EVIDENZA
Riso & Rose 
Riso & Rose in Monferrato

Riso & Rose 2014: i saluti delle autorità

Vasto e diffuso sostegno alla quattordicesima edizione di Riso & Rose in Monferrato è arrivata al Consorzio Mon.D.O. da varie istituzioni.

Si riportano alcuni estratti delle dichiarazioni pervenuteci dalla Regione Piemonte, con gli assessori Regionali Cavallera e Cirio, dalla Provincia di Alessandria, con il presidente Filippi e da Alexala, con il presidente Crisafulli.

 

“Manca poco più di un mese all’attesissima decisione dell’Unesco sulla candidatura delle colline del Monferrato, delle Langhe e del Roero. E proprio nel cuore di questi splendidi paesaggi, che ci auguriamo diventino presto Patrimonio dell’Umanità, torna la 14^ edizione di “Riso & Rose in Monferrato”, una delle manifestazioni più originali del nostro territorio. Anche quest’anno, in tre weekend, verranno abbinate tante delle eccellenze di questa terra: la natura, l’arte, la storia, lo sport e, naturalmente, l’enogastronomia.

Una formula di successo che, negli anni, ha raccolto l’apprezzamento di migliaia di turisti e che, guardando all’Expo 2015, potrà rappresentare una risorsa preziosa nell’ambito del calendario speciale di eventi, che stiamo costruendo con l’obiettivo di attrarre in Piemonte parte dei 20 milioni di visitatori attesi a Milano proprio a partire dal maggio del prossimo anno!”

[Alberto Cirio, Assessore all’Istruzione, Turismo e Sport, Regione Piemonte]

                                                        

“È con particolare piacere che desidero esprimere, anche quest’anno, il mio apprezzamento per la manifestazione “Riso & Rose in Monferrato” giunta ormai alla sua quattordicesima edizione. Oltre al tema fondante dell’enogastronomia […] mi preme sottolineare l’aspetto relativo ad un più ampio progetto di sviluppo sostenibile alimentare al quale questa edizione di Riso & Rose” è orientata, in vista della prossima esposizione mondiale di Milano. L’importantissimo appuntamento di Expo 2015 infatti, è un’occasione imperdibile per il rilancio economico del nostro Paese ed una magnifica vetrina internazionale per le nostre eccellenze, inoltre un formidabile contenitore in cui si approfondiranno i molteplici aspetti legati alla ricerca di un equilibrio tra esigenze alimentari dell’uomo e risorse disponibili e soprattutto lo stretto connubio esistente tra cibo e salute. La nutrizione come prevenzione e cura delle malattie è il “focus” su cui chiedo a tutti: organizzatori, sostenitori e partecipanti, di porre l’attenzione e concentrare le energie, perché solo mangiando sano si pongono le basi per conquistare una migliore qualità del proprio benessere fisico e quindi esistenziale.”               

[Ugo Cavallera, Assessore alla Sanità e alle Politiche Sociali, Regione Piemonte

 

“Saluto con piacere la quattordicesima edizione della nota kermesse “Riso & Rose in Monferrato”. Il fatto che questa manifestazione abbia conservato nel tempo, accrescendolo, il proprio prestigio, pur tra le mille difficoltà oggettive – gestionali, organizzative e finanziarie – con cui è chiamata a confrontarsi, costituisce motivo di vanto per il nostro territorio. Tra tradizioni locali e peculiarità artistiche e naturalistiche di ogni Comune, una trentina di eventi sparsi tra il Monferrato Casalese, la piana del Po e la vicina Lomellina fungeranno da cassa di risonanza dell’eccellenza produttiva che da sempre contraddistingue le nostre terre. Florovivaismo, arte, hobbistica ed enogastronomia tipica cattureranno l’attenzione e le preferenze degli innumerevoli ed eterogenei turisti e visitatori, attraverso percorsi d’arte e di esplorazione della natura. Tutto ciò grazie anche all’organizzazione dei curatori della manifestazione – il consorzio Mon.D.O. – impegnati a creare una rete strategica di promozione e accoglienza per i nostri territori. Dalle verdi colline alla pianura delle risaie, in un saliscendi di strade che, attraverso un ideale reticolato, congiunge campi coltivati e prati, vigneti e boschi, il Monferrato, terra affascinante da vivere sotto molteplici aspetti e punti di vista, si offre alla riscoperta dei più in una delle kermesse primaverili più attese.”  

[Paolo Filippi, Presidente della Provincia di Alessandria]

                                                                                             

“Con l’approssimarsi di una nuova edizione  di Riso e Rose in Monferrato , la quattordicesima ormai, non posso non avere un pensiero sorridente a quello che è stato l’inizio di tutto,  l’anno precedente la nascita della kermesse primaverile di Mondo , quando Inge Feltrinelli, testimonial e madrina di eccellenza del progetto di lancio del Monferrato al Circolo  della stampa di Milano, con incontrovertibile senso della sintesi ebbe a dire ai giornalisti intervenuti  per l’occasione: il Monferrato, una terra straordinaria, per fortuna ancora sconosciuta!  Ebbene, mi domando che direbbe oggi Inge, che da sempre considera il Monferrato la sua seconda casa e che a più di una edizione di Riso e Rose ha partecipato, del grande contributo che quella che è divenuta negli anni la più grande kermesse intercomunale d’Italia ha dato, per far sì che il Monferrato fosse non solo meno sconosciuto, ma divenisse un vero e proprio brand con un valore riconosciuto nel mercato turistico.   E l’estensione graduale al di fuori dei confini rigorosamente monferrini verso territori vicini, come la Lomellina, in una logica di rete e dialogo inter-territoriale, non è che la prova provata di un successo strategico.  La  riconfermata la scelta di mixare  dentro al contenitore –evento, tutte le valenze turistiche del territorio, dall’enogastronomia , al florovivaismo, all’arte, alla valorizzazione del paesaggio, per intercettare pubblici diversi,  è assolutamente in linea con le direttrici che anche Alexala si è data da tempo ovvero, accanto a programmi importanti e ambiziosi di attrazione dei nuovi turismi esteri ( cinese e russo in particolare) , quello che è l’importante  mantenimento di attenzione, con  proposte ad hoc,  per il mercato di prossimità […] che vede nelle radici e tradizioni locali l’anima più autentica e accogliente di una terra.  Quell’anima che potremo fare conoscere allo straordinario flusso di turisti attesi per l’appuntamento di Expo 2015, a cui arriveremo preparati proprio con un prodotto costruito su un’offerta compatta e diversificata al contempo, nella logica di un turismo “glocal” e al passo con le aspettative del mercato.”

[Gianni Crisafulli, Presidente Alexala]  

 

TAGS
riso e rose