IL MONFERRATO DI MONDO: UN MONDO DI ECCELLENZE Il Monferrato e la piana del Po
IN EVIDENZA
monferrato 

SEMPRE PIU’ STRANIERI SCELGONO IL TURISMO IN MONFERRATO

L’analisi sulle presenze turistiche fra gennaio e giugno 2017

 

Si consolida il turismo in Monferrato e crescono ancora i visitatori stranieri che scelgono il territorio fra la piana del Po e le colline Unesco come meta di vacanza. A confermarlo sono i dati di report delle affluenze registrate presso l’Ufficio di informazioni turistiche IAT di Casale Monferrato, che ha elaborato i dati dell’attività fra i mesi di gennaio e giugno. Un semestre non ancora terminato ma che ha già evidentemente segnato un nuovo primato per il turismo straniero in Monferrato. In particolare le presenze registrate in questi primi sei mesi dell’anno pur mantenendo un andamento stabile rispetto allo stesso semestre del 2016, attestandosi attorno ai 5000 utenti hanno registrato un aumento di arrivi di stranieri, che in particolare nel mese di giugno ha raggiunto un picco davvero elevato, complici gli eventi previsti in città, sfiorando il 50% mostrando un deciso aumento rispetto al giugno 2016 quando la percentuale delle presenze straniere era di poco superiore al 30%.

Da dove provengono i visitatori che raggiungono Casale Monferrato e il suo territorio? Certamente il Monferrato è ormai a pieno titolo visitato da turisti originari di quasi tutti gli angoli del pianeta: non mancano presenze dalla Nuova Zelanda o Israele e, nelle statistiche si affacciano anche paesi come Brasile, Argentina e Cina. Ma ai primi posti si confermano i paesi di “vicinato” come Svizzera, Germania e Francia. In merito all’analisi del turismo nazionale, le provenienze dalle province di Milano e Torino si rivelano
numericamente le più rilevanti; i turisti in Monferrato arrivano anche da tutto il Centro-Nord e da Campania, Calabria, Basilicata e Puglia mostrando una espansione del brand “Monferrato” come area turistica riconosciuta in tutto il Bel Paese.

Informazioni generiche su Casale Monferrato e sullo stesso Monferrato, sulle attività outdoor (come bici, walking, ...), eventi, e ristoranti e agriturismi presenti in zona sono le richieste più frequenti che i visitatori formulano al personale dello Sportello Iat casalese.

In particolare le stesse strutture ricettive di Casale Monferrato nelle giornate di sabato 10 e 17 giugno hanno registrato pressoché il tutto esaurito per il pernottamento, in concomitanza di iniziative di grande rilievo quali la tappa di Vento, il campionato nazionale di corsa in montagna degli Alpini e Casale Comics. Successo anche per l’offerta pranzo del 10 giugno per gli aderenti a Vento, proposta da bar e ristoranti del centro di Casale Monferrato - su richiesta del Comune di Casale Monferrato e coordinata da Mon.D.O. in collaborazione con il Consorzio Casale c’è – della quale hanno usufruito tutti i
partecipanti, anche se pur con una maggior concentrazione verso i locali più centrali e maggiormente visibili.

“In diverse occasioni fra maggio e giugno abbiamo avuto la quasi totalità delle strutture ricettive completamente esaurite. Questo dato – commenta l’assessore al Turismo di Casale Monferrato Daria Carmi – va letto come una conferma della bontà del lavoro che si sta facendo per valorizzare il patrimonio materiale e immateriale che caratterizza Casale e il Monferrato ma anche come la spinta ad investire in nuovi progetti, nuove strutture, nuove offerte turistiche. Il titolo di Comunità Europea dello sport 2017 ci è servito per mettere le strutture in rete e avviare nuove collaborazioni ma anche per sottolineare la vocazione sportiva che il territorio ha. Ugualmente la candidatura a Capitale Italiana della Cultura 2020 e uno strumento prima di tutto di consapevolezza. Stiamo costruendo un modello sperimentale innovativo e con questo spirito andremo ancora avanti.”
E sulla spinta del consolidamento dei dati turistici crescono anche le visite al sito www.monferrato.org, un vero e proprio portale utilizzato dal Consorzio Mon.D.O. per promuovere itinerari, proposte e l’offerta di eventi, strutture ed attività del territorio. I dati confermano l’aumento dei nuovi visitatori (quelli stranieri provengono principalmente da Svizzera, Stati Uniti e Francia) e soprattutto la crescita dei contatti provenienti dai mobile (+46%), un dato di eccezionale portata che invita sempre più a potenziare la promozione del territorio attraverso le tecnologie di ultima generazione.

“L’esame dei dati è fondamentale per comprendere le giuste strategie da porre in atto per consolidare sempre più la promozione turistica del Monferrato. Questa analisi – dichiara Maria Vittoria Gattoni, presidente di Mon.D.O. - conferma l’efficacia del percorso intrapreso da tempo nel potenziare la comunicazione verso i paesi limitrofi, i grandi poli metropolitani del Nord-Ovest e lo sguardo rivolto ai nuovi media. Un lavoro in corso che, confortati dai dati reali, provvederemo a potenziare ulteriormente.”

TAGS
flussi turistici