IL MONFERRATO DI MONDO: UN MONDO DI ECCELLENZE Il Monferrato e la piana del Po
MONFERRATO DOMANDA e OFFERTA

La falsa giustizia: l‘ultimo libro del generale Garofano presentato al Castello

La falsa giustizia: l‘ultimo libro del generale Garofano presentato al Castello

L’assessore Fracchia: «Un onore poter ospitare l’ex comandante del Ris di Parma e conoscere il suo ultimo lavoro»

La falsa giustizia, la genesi degli errori giudiziari e come prevenirli: è questo il titolo dell’ultimo libro di Luciano Garofano, il generale in congedo dell’Arma dei Carabinieri che, con Maria Gaia Pensieri, affronta uno dei temi più dibattuti degli ultimi anni.

Come è spiegato nella presentazione, infatti: «Il libro vuole affrontare le cause spesso all'origine dell'errore giudiziario, come il ruolo e il valore della testimonianza o l'affidabilità dell'esame del Dna, e il rilevante contributo offerto dall'analisi della scena del crimine e dalla prova scientifica in generale».

Aspetti che il generale Garofano conosce molto bene, essendo stato, tra i molti altri incarichi, il comandante del Ris (Reparto Carabinieri Investigazioni Scientifiche) di Parma dal 1995 al 2009, e che spiegherà dalle ore 19,00 di sabato 10 ottobre nelle sale del secondo piano del Castello del Monferrato. La presentazione è a ingresso libero fino a esaurimento posti disponibili, nel rispetto della normativa anti Covid-19.

«Abbiamo sempre dato ampio spazio alle presentazioni librarie, perché permettono di conoscere e comprendere cosa sta dietro alla stesura di un libro – ha spiegato l’assessore Gigliola Fracchia – e in questo caso avremo l’onore di indagare tra i più noti casi giudiziari con l’ex comandante del Ris di Parma: un’opportunità da non lasciarsi scappare. Grazie quindi al generale Luciano Garofano per aver scelto la nostra città per presentare il suo ultimo lavoro».

Luciano Garofano, nato a Roma il 5 maggio 1953, è un biologo italiano, generale in congedo dell'Arma dei Carabinieri. Laureatosi in Biologia all'Università degli Studi di Roma La Sapienza si è successivamente specializzato all'Università degli Studi di Napoli Federico II in tossicologia forense. Nel 1978 si arruola nell'Arma dei Carabinieri e fino al 1988 comanda la Sezione Chimico-Biologica del Centro Carabinieri Investigazioni Scientifiche di Roma. Dall'1988 al 1995 è comandante della Sezione Biologia dello stesso centro. Nel 1992 si è occupato anche delle indagini sulla strage di Capaci. Dal 1995 fino al 2009 è comandante del Ris di Parma (Reparto Carabinieri Investigazioni Scientifiche), chiamato sulla scena di molti casi giudiziari avvenuti negli ultimi decenni, occupandosi di vari casi di cronaca nera tra i quali la strage di Erba, il serial killer Bilancia, il delitto di Novi Ligure, il caso Cogne, il delitto di Garlasco...etc.. È autore di varie pubblicazioni, in cui vengono illustrati anche i nuovi mezzi di indagine scientifica, tra le quali: Delitti imperfetti. Sei casi per il Ris di Parma, Il processo imperfetto. La verità sul caso Cogne, Assassini per caso. Luci e ombre del delitto di Perugia e I labirinti del male. Femminicidio, stalking e violenza sulle donne in Italia: che cosa sono, come difendersi.