IL MONFERRATO DI MONDO: UN MONDO DI ECCELLENZE Il Monferrato e la piana del Po
IN EVIDENZA
itinerari 

Luoghi di storia, centri d'arte, natura ...alla scoperta della Lomellina

La Lomellina, per la gradevolezza delle sue cascine e dei piccoli paesi dalle tradizioni antiche, accoglie il visitatore per condurlo alla scoperta di un patrimonio artisitco e naturalistico di inestimabile bellezza. Garzaie e oasi protette rendono affascinante questa parte della provincia di Pavia tutta da scoprire.

Utilizzando come punto di partenza la città di Casale Monferrato, si aprono diversi itinerari per restare affascinati dalle tante peculiarità ed eccellenze del territorio. Seguedo il corso del fiume Po, in direzione di Pavia si raggiunge BREME che vanta un illustre passato: nel 906 il Marchese Adalberto d'Ivrea donò ai monaci benedettini  di Novalesa, cacciati dalle incursioni Saracene, le “corti” di Breme e di Pollicino. Qui fondarono l'Abbazia di San Pietro, una delle più importanti d'Italia, la cui storia si intreccia con quella della celebre Abbazia di Novalesa, in Val di Susa, fondata nel 726 sulla via Francigena. L'antico Battistero con la sua cripta è un gioiello dell'architettura romanica paleocristiana, un' apertura la collega alla sacrestia della chiesa di San Pietro.

 

foto breme

Nella foto  l'Abbazia di San Pietro a Breme

 

Proseguendo il viaggio si giunge a SARTIRANA LOMELLINA, al centro di una pianura compresa tra tre fiumi Sesia, Po e Ticino. Nel paese spicca il Castello originario del XIV secolo, fu rafforzato verso la fine del 1400 dagli Sforza, i quali aggiunsero altre parti al corpo principale. Il complesso rimase tale fino al XVI secolo, epoca in cui, ad opera della famiglia Gattinara, fu trasformato in una residenza; attualmente di proprietà privata ospita collezioni e mostre di pregio. Accanto troviamo la Pila del Castello, importante opera di archeologia industriale, che conserva numerose testimonianze di processi legati al ciclo di lavorazione del riso.

foto Sartirna

Nella foto il Castello di Sartirana Lomellina - Ph.  Claudio Galletto

 

Dirigendosi verso Pavia si giunge a MEDE, indicata come antica stazione di cambio dei cavalli in epoca romana, fu poi soggetta al Comitato di Lomello, ai Conti Palatini e al Ducato di Milano, fino al passaggio settecentesco ai Savoia. Da segnalare il Museo Regina Cassolo, dedicato all'artista futurista originaria di Mede, che ha sede nel Castello Sangiuliani. Poco distante si trova la Chiesa Parrocchiale dedicati ai santi Marziano e Martino risalente al XIV secolo con il campanile alto ben 63 metri .

 

A pochi kilometri di distanza si giunge a FRASCAROLO, appartenente nell'alto medioevo al Contado di Lomello, fu assogettato al dominio di Pavia con il diploma del 1164 dell'imperatore Federico I; nel 1250 appare come Frascarolum nell'elenco delle terre pavesi. Nei pressi del paese potete trovare l'Abbazia di Acqualunga fondata dai monaci cistercensi di Rivalta Scrivia nel 1180; il complesso conserva ancor oggi la chiesa monastica del XII/XIII secolo con annesso il monastero ed il palazzo abbaziale. Poco distante si trova  il Castello di Frascarolo, l’edificio si presenta a pianta quadrata ai cui quattro angoli si erigono altrettante torri cilindriche. Concludiamo il viaggio con la Cascina Belvedere,un tempo residenza agricola, fu ristrutturata nel 1985 diventando sede della Riserva Naturale della Garzai, primo nucleo dell'attuale Ente Parco del Po. Qui ha sede il centro visite principale, che costituisce la prima “porta” di accesso alle informazioni per turisti e fruitori del Parco. Oggi ospita in due grandi sale didattiche reperti naturalistici che descrivono i tipici ambienti del fiume ed un laboratorio scientifico. Nelle vicinaze della Cascina si snoda il sentiero con capanni di osservazione per il birdwatching e la fotografia naturalistica.

foto Frascarolo

 Birdwatching -Ph. Aree Protette Po vercellese - alessandrino

 

 

TAGS
lomellinaartenatura